play_arrow

keyboard_arrow_right

Listeners:

Top listeners:

skip_previous skip_next
00:00 00:00
chevron_left
volume_up
  • cover play_arrow

    Radio Zena

  • cover play_arrow

    Dance Parade Chart #2415 di sabato 13 aprile 2024 Andre More

Disco Ora

Rkomi, CALIBRO 35 – FEGATO, FEGATO SPAPPOLATO

today23 Febbraio 2022 1

Sfondo
share close

Su Radio Zena a partire da lunedì 21 fino a domenica 27 febbraio 2022 FEGATO, FEGATO SPAPPOLATO suona come “Disco Ora” alle 7, alle 13, alle 19 e all’1.

 

‘Fegato, fegato spappolato’ , ‘Deviazioni’ e ‘Cosa succede in città’. L’omaggio che Rkomi ed i Calibro 35 hanno fatto a Vasco Rossi nella serata delle cover del 72esimo festival di Sanremo, in cui si uniscono insieme tre brani epici della carriera del Kom. Un fazzoletto di sei anni, dal 1979 al 1985 , compresso in pochi minuti per realizzare un ‘Medley 80′, che unisce i tre brani in un’unica canzone.

 

“Forza Rkomi! Firmato: SkoVa. Kom…plimenti anche ai Calibro_35”. E’ all’insegna dell’ironia l’endorsement pubblicato da Vasco Rossi su Instagram dopo il medley sui suoi pezzi eseguito da Rkomi, Vasco si firma con lettere del nome invertite, come Mirko.

 

Un omaggio che ha più valore perché arriva a ridosso dei 70 anni del rocker di Zocca , che compirà il 7 febbraio. Vasco sta guardando il Festival, lo aveva già dimostrato nei giorni scorsi pubblicando un video della sua prima esibizione sul palco dell’Ariston. Era il 1982 e il cantante si presentò con ‘Vado al massimo’ , alzando un polverone per aver rumorosamente fatto cadere il suo radiomicrofono lasciando il palco (sembrò un gesto di protesta, e invece Vasco ha più volte chiarito che gli cadde). In gara è arrivato ultimo ma fu quello l’inizio del mito. Fece infatti il ​​bis l’anno successivo, in gara con Vita spericolata, ea quel punto la leggenda era già a un passo.

 

Fegato, fegato spappolato

E’ una canzone del 1979, contenuta nel secondo disco di Vasco Rossi, ‘Non siamo mica gli americani’. L’atmosfera è quella tipica delle feste di paese, nella sua Zocca. Il protagonista scende in strada appena sveglio, dopo una notte brava, e senza vestito buono, non badando agli sguardi dei compaesani, ovviamente certi che sia un drogato, e che presto finirà male. Nel testo una citazione al suo grande amico Floriano Fini, poi è diventato il suo manager personale: lo è tuttora. La frase è: “Fini s’è alzato da poco, e non è ancora sveglio, ed è talmente scazzato che non riesce a parlare nemmeno”.

 

Qui sotto puoi ascoltare FEGATO, FEGATO SPAPPOLATO attraverso le principali piattaforme streaming

 

 

 

Scritto da: Radio Zena

Rate it

0%